Press
 
Latin King: ''Abbiamo deciso di non rovinarci la vita'' (da Redattore Sociale del 23/06/2008)

Andy, 24 anni, in Italia dal 2002, portavoce dell'associazione fondata dal gruppo di ex adolescenti difficili. L'obiettivo: ''Cambiare la nostra immagine e in generale quella dei giovani latinoamericano agli occhi degli italiani''

MILANO - "Abbiamo deciso di non rovinarci la vita”. Andy, 24 anni, in Italia dal 2002 e portavoce dei Latin King, spiega le ragioni che hanno portato il gruppo di cui fa parte a trasformarsi in associazione: “E' un'iniziativa già accaduta in altre città del mondo, ad esempio Barcellona. Quando ce l'hanno proposta anche a noi, però, ci siamo chiesti prima se fosse una scelta conveniente per il nostro gruppo. L'idea ci è piaciuta, anche se non è stato facile avere a che fare con le regole della burocrazia”. Andy chiarisce anche che cosa i Latin King si aspettano dalla trasformazione: “Come primo obiettivo abbiamo quello di cambiare la nostra immagine, e in generale quella dei ragazzi latinoamericani, agli occhi degli italiani. La gente pensa che siamo qui per commettere reati, ma non è vero. Qualcuno di noi ha fatto degli sbagli in passato, certo, ma come tutti gli umani non siamo perfetti. Quanto accaduto in passato era come se non lo volessimo: si spiega anche col fatto che non sapevamo come altro comportarci”. Importante l'aiuto dato da Comunità nuova: “E' stata una grande mano anche a livello personale. Quando qualcuno di noi ha avuto problemi loro ci hanno aiutato. Si sono conquistati la nostra fiducia. E oggi non è che l'abbiamo in tutti: tanta gente ha promesso in passato di darci una mano e poi ha finito per voltarci le spalle”. (Francesco Abiuso)
 
 

StampaVai all'inizio
 
calendario manifestazioni