Press
 
Professionalità nel centro giovani.
(di Andrea Vigni-marzo 2008)

“Ma tu che lavoro fai?”, chi opera in un centro giovani questa domanda disarmante nella sua semplicità, se la sente ripetere spesso sia dai ragazzi, che faticano ad identificare la figura, anche autorevole e rispettata dell’operatore, con quella di un professionista, sia da molti genitori convinti che sia tutto meritevole volontariato.
Un imbarazzo che i colleghi operanti in altri servizi, si risparmiano facilmente. Risulta completamente impensabile per un insegnante affrontare una tale domanda.
Chi è l’educatore in un centro giovani non è immediatamente riconoscibile attraverso una divisa, un camice, un attrezzo o una cattedra, è più un istruttore che trasmette specifiche abilità.
La premessa serve ad introdurre una piccola carta d’identità dell’educatore che opera nel centro di aggregazione giovanile. Per far ciò occorre partire cercando di darne una definizione. L’educatore professionale è un operatore che svolge la propria attività nei riguardi di persone di diversa età, mediante la formulazione e l’attuazione di progetti educativi volti a promuovere e a contribuire allo sviluppo delle potenzialità di crescita personale e di inserimento e partecipazione sociale.
Per il conseguimento di tali obiettivi agisce sulla relazione interpersonale, sulle dinamiche di gruppo, sul sistema famigliare, sul contesto ambientalle e sull’organizzazione dei servizi.
Insomma ha nella sua valigetta alcuni “attrezzi da lavoro” che sono la propria abilità nel relazionarsi con gli altri. In ambito educativo ogni cambiamento è frutto di una buona relazione interpersonale che si è riusciti a creare con le persone che si incontrano.
Lavora per progetti, segue cioè un “copione” ben definito, anche quando lo si vede giocare a calcetto, ping pong o condurre un gruppo, l’educatore ha ben chiaro il fine per cui agisce in quella determinata maniera, sta operando cioè, in termine tecnico, secondo una consapevole intenzionalità educativa. Sempre nel kit di utensili educativi, di cui parlavo poco sopra, si trova la competenza dell’operatore allo studio, alla documentazione e alla ricerca finalizzata all’utilizzo appropriato di metodologie e tecniche di rilevazione, di interpretazione e di presentazione dei dati, concernenti sopratutto l’individuazione di bisogni educativi dell’utente. Ultima in questa breve presentazione, ma fondamentale in un’azione educativa di un centro giovani, risulta l’abilità socio-territoriale dell’educatore intesa nel sapere operare all’interno del contesto sociale di appartenenza, considerandolo sia come ambito in cui si generano e si sviluppano i processi di integrazione e di partecipazione sociale, sia come luogo in cui prendono forma, si stabilizzano e si trasformano le varie situazioni di agio, disagio, marginalità, povertà, emarginazione e devianza.
Siamo consapevoli che l’esposizione appena fatta delle diverse competenze dell’educatore che opera nel centro giovani, possa risultare ai più un po’ pesante e di non immediata comprensione, ma è una prima possibile risposta alla domanda iniziale. Talvolta si pensa all’animatore del centro giovani quale copia dell’animatore da villaggio turistico, preposto solo e unicamente a rendere allegro il tempo libero delle persone che va ad incontrare, mentre l’ animatore in un centro giovani è principalmente un educatore, attento in primis alla persona, nel nostro caso ai ragazzi, quali individui in cammino verso la definizione di sè e di passaggio verso l’adultità, con bisogni profondi di ascolto, relazione, scontro e confronto e nel contempo desiderosi di gioco, divertimento, avventura e animazione.
Tutta questa riflessione per sottolineare la professionalità degli educatori che operano in molti centri giovani, con i quali si può iniziare ad andare oltre la pacca sulla spalla del “che bravi ragazzi che siete a tenere sti fioi” e iniziare a riflettere insieme sulle modalità per migliorare sempre più la qualità di vita e di crescita di “sti fioi”!


Andrea Vigni

 
 

StampaVai all'inizio
 
calendario manifestazioni